traslochi-e-140Lo scopo di questo articolo è descrivere e raccontare le particolarità del trasloco lagunare, in particolare degli aspetti che devono essere tenuti in considerazione quando si deve progettare un trasloco avente come origine o destinazione un’abitazione situata nel centro storico di Venezia, dalla logistica alle caratteristiche delle motobarche, fino alle fasi del trasloco stesso. Abbiamo scelto di farlo dedicando un focus all’affascinante esperienza professionale di Giampaolo Bertaggia, Amministratore Delegato di Traslochi Express, azienda veneta appartenente alla rete Italian Van Lines.

Traslochi Express nasce a Mestre nel 1978 ad opera dei fratelli Bertaggia che abbandonano il mondo dell’autotrasporto generico per specializzarsi nel settore dei traslochi privati di abitazioni. Nel giro di pochi anni diventano il riferimento per il Triveneto per le consegne al piano degli elaboratori elettronici IBM, acquisiscono alcune importanti commesse con enti pubblici del territorio veneziano ed espandono il business dei traslochi privati a tutto il territorio Nazionale. Nel 2004 Traslochi Express assorbe un’azienda più piccola specializzata nel trasporto lagunare acquisendone i natanti e la sede nel centro storico di Venezia.

Prima di analizzare lo svolgimento tipico di un trasloco lagunare, occorre fornire una panoramica geo-logistica del centro storico di Venezia – città che com’è noto sorge in mezzo all’omonima laguna – strutturato su centodiciotto isolette divise tra loro da canali navigabili e congiunte da ponti percorribili unicamente a piedi. La terraferma è collegata solo da un ponte percorribile da automezzi di qualsiasi dimensione e peso che devono necessariamente caricare o scaricare le merci nell’unica isola raggiungibile con un autocarro: l’Isola Nuova del Tronchetto. Qui è possibile accedere ad una banchina di interscambio merci con qualunque tipologia di autocarro, autoarticolato o autotreno ed è consentita anche la sosta del mezzo a pagamento. Non è consentita la prenotazione del parcheggio né tantomeno è possibile acquisire una prelazione che consenta di caricare/scaricare le merci prima di altri: la banchina è aperta H24 e i mezzi possono avvicinarsi all’acqua rispettando l’ordine di arrivo.
Da questo punto strategico in poi tutte le merci devono essere necessariamente trasbordate su speciali imbarcazioni a motore, in grado di raggiungere le varie destinazioni finali situate nel centro storico. Dal momento in cui la barca parte dalla banchina del Tronchetto il tratto di navigazione può durare da un minimo di 10 minuti ad un massimo di un’ora.
Ciascuna imbarcazione deve essere dotata dell’apposita licenza rilasciata dal Comune di Venezia per il trasporto di cose per conto di terzi: tali licenze sono contingentate ed il loro numero esiguo rende tali imbarcazioni estremamente richieste in quanto non esiste altro mezzo per poter trasportare merci.
La movimentazione manuale dei carichi in banchina è gratuita, mentre l’utilizzo di gru e muletto sono a pagamento e spettano ad un’unica azienda che per concessione comunale può operare in banchina con tali mezzi.

traslochi-e-85Le principali caratteristiche delle motobarche impiegate per il trasloco in laguna devono tener conto innanzitutto delle dimensioni, presentando una lunghezza che va da un minimo di 10 metri ad un massimo di 20, con una larghezza di minimo di 2 metri ad un massimo di 4. Ovviamente più grande è l’imbarcazione e più sarà difficile poter approdare vicino al domicilio d’interesse. 

La portata utile delle barche a Venezia non è mai un problema in quanto è assolutamente frequente che le motobarche siano omologate per trasportare 90 o più quintali di merce, quindi non si verificherà mai il problema che sovente attanaglia i trasportatori su gomma di superare la portata massima consentita. Analogamente non esiste il problema del rispetto dei tempi di guida in quanto le barche non sono dotate di cronotachigrafo.

Il problema principale è, invece, la capacità di carico in termini di volume massimo trasportabile in quanto le barche non sono dotate di cassone chiuso come i furgoni pertanto il carico deve essere stivato con una tecnica particolare e spesso non è possibile superare i venticinque metri cubi per barca a causa del moto ondoso, dell’altezza ridotta di molti ponti e dell’impossibilità di fissare il carico in maniera tradizionale. Pertanto è assai probabile che un trasloco di un’abitazione richieda l’impiego di due motobarche.

Abbiamo visto come per capire lo svolgimento del trasloco lagunare non si possa prescindere dall’analisi geografica e logistica della città di Venezia, suddivisa in sei sestieri (quartieri) ciascuno dei quali ha una numerazione dei numeri civici separata: in altre parole, in primis, per individuare in maniera univoca un domicilio non è sufficiente conoscere il nome della calle o del campo, bisogna infatti conoscere il sestiere (S. Croce, S. Polo, S. Marco, Dorsoduro, Cannaregio, Castello) e il numero anagrafico (formato da un massimo di 4 cifre).
Una volta stabilita l’esatta posizione del domicilio in cui svolgere il trasloco occorre individuare la riva di carico/scarico merci più vicina: infatti le motobarche non possono ormeggiare ovunque, devono invece utilizzare degli spazi dedicati alle merci lasciando eventualmente l’approdo libero per le imbarcazioni che godono di precedenza, come nettezza urbana e mezzi di soccorso.
Il pilota motorista non può mai abbandonare l’imbarcazione perciò può partecipare alle operazioni di carico/scarico delle merci ma non può lasciare la barca incustodita per poterla spostare in ogni momento, pertanto rispetto ad un trasloco tradizionale si dovrebbe considerare un uomo in più a parità di quantità di masserizie.
Nella maggior parte dei casi sono necessari dei permessi da richiedere agli uffici preposti del Comune di Venezia:

  • nulla osta temporaneo al transito dell’imbarcazione nei canali in cui sia interdetta la navigazione al di sopra dei 2,2 m di larghezza della barca;
  • occupazione suolo pubblico per poter montare un elevatore esterno componibile, rispettando le consuete regole di sicurezza previste per i cantieri di durata inferiore alle 12 ore (transennatura, segnaletica verticale, elmetti di protezione per i carichi sospesi, ecc.).

Per i suddetti permessi i tempi di ottenimento sono circa 7 giorni di calendario.

venezia_notte1Traslochi Express potrebbe raccontare davvero tanti casi di successo in materia di trasloco lagunare, spaziando fra progetti svolti presso interi palazzi affacciati sul Canal Grande al trasporto di opere di architetti e artisti di fama internazionale, movimentate e montate nell’ambito della Biennale di Architettura o di Arti Visive. Tuttavia, l’esperienza che Giampaolo Bertaggia ha scelto di condividere in questa sede, essendo ad essa particolarmente legato, è quella del trasloco svolto di notte chiudendo il transito di un rio vicino a Piazza San Marco per consegnare mobili nuovi di notevole valore in un appartamento sito al quarto piano di un palazzo nobile. L’ampiezza delle scale non era sufficiente a consentire il passaggio interno dei colli, anche a causa delle notevoli dimensioni e pesi dei mobili stessi che non erano smontabili, perciò il team di Traslochi Express ha pensato di posizionare un elevatore trainato all’interno della stiva di una barca, operando la sopraelevazione in condizioni estreme. Un progetto sfidante, ma che grazie al solido bagaglio esperienziale dell’azienda si è potuto concludere con successo e nel rispetto delle norme di sicurezza.

Oggi Traslochi Express fa parte della rete di traslocatori internazionali Italian Van Lines e questo per l’AD Giampaolo Bertaggia significa poter contare su una partnership solida con alcune aziende importanti disseminate su tutto il territorio italiano, significa poter usufruire di una corsia preferenziale verso il Regno Unito, fare affidamento su un appoggio sicuro di spedizionieri esperti in materia di trasporti di masserizie via mare in container, beneficiare del solido know-how di chi utilizza con successo le casse mobili e il trasporto intermodale da molti anni. Allo stesso modo, per Italian Van Lines la società veneta Traslochi Express rappresenta certamente una porta di accesso al mondo di Venezia, superando gli ostacoli che il trasloco lagunare può rappresentare, andando incontro alle esigenze dei clienti e alimentando un’osmosi esperienziale fra aziende retiste che contribuirà certamente ad una solida crescita professionale reciproca.